Il gusto delle cose

Genere: Sentimentale

Regia: Tran Anh Hung
Con: Bonnie Chagneau-Ravoire, Laurent Claret, Jean Marc Roulot, Frédéric Fisbach, Jan Hammenecker, Galatea Bellugi, Patrick d'Assumçao, Emmanuel Salinger, Pierre Gagnaire, Benoît Magimel, Juliette Binoche
Nella Francia nel XIX Secolo, Eugénie e il celebre chef Dodin Bouffant lavorano insieme da più di vent'anni. La cucina di Bouffant è di altissimo livello, i suoi piatti sono considerati tra i più gustosi e raffinati del paese e la collaborazione con Eugénie è stata fondamentale in tutti questi anni per costruire l’eccellenza che tutti gli riconoscono. Complici sul lavoro, i due sono legati anche da un sentimento passionale, sentito soprattutto da Dodin. Quando questi decide di arrendersi all’evidenza, chiede più volte alla sua socia di sposarlo, ma Eugénie è una donna molto indipendente e vede nel matrimonio una minaccia per la sua libertà. Stanco della sua riluttanza, Dodin decide di conquistarla facendo una cosa che non aveva mai fatto prima: cucinare per lei. Presentato al Festival di Cannes 2023, dove ha vinto il premio per la miglior regia, e candidato dalla Francia per la corsa al premio Oscar il film è ispirato al romanzo "La Vie et la Passion de Dodin-Bouffant" (1924), dello scrittore svizzero Marcel Rouff e dalla figura dello scrittore francese e gastrosofo Jean Anthelme Brillat-Savarin (1755-1826). Si tratta del settimo film di Trần Anh Hùng, regista vietnamita d’origine e francese d’adozione, e vede protagonisti Juliette Binoche e Benoît Magimel.