Gli Stati Uniti contro Billie Holiday

Genere: Biografico

Regia: Lee Daniels
Con: Tone Bell, Tyler James Williams, Evan Ross, Da'Vine Joy Randolph, Rob Morgan, Miss Lawrence, Garrett Hedlund, Natasha Lyonne, Trevante Rhodes, Andra Day
La vera storia della leggendaria cantante jazz Billie Holiday, una donna che con la sua forza ha cambiato la musica popolare americana e non solo. 1939, Billie compone la canzone "Strange Fruit" e ha sin da subito enorme successo: il testo parla e condanna severamente il linciaggio dei neri negli Stati Uniti. Nel 1937 venne proposta per la prima volta al Senato USA una proposta di legge che abolisse il linciaggio degli afroamericani. La legge, però, fu respinta creando dissidi e polemiche da parte della comunità afroamericana. Grazie alla fama che ottiene per la sua perseveranza Billie Holiday viene presa di mira dal Dipartimento Federale dei Narcotici, il Governo USA, infatti, temeva che quella canzone avrebbe galvanizzato la rabbia dei neri americani. Così l'FBI inizia a perseguitare la donna, insinuando che la sua tossicodipendenza fosse legata a motivi razziali. Messa sotto costante osservazione, Billie svilupperà una relazione d'amore con Jimmy Fletcher, l'agente di colore incaricato di seguire i suoi movimenti. Dopo "The Butler" e "Precious" un nuovo film del regista Lee Daniels che indaga sulle delicate questioni sociali dell'America: dalle discriminazioni razziali all'immobilismo politico di quegli anni.