Troppa grazia

Genere: Commedia

Regia: Gianni Zanasi
Con: Alba Rohrwacher, Elio Germano, Giuseppe Battiston, Hadas Yaron, Carlotta Natoli, Thomas Trabacchi, Daniele De Angelis, Valerio Mastandrea
Lucia, geometra, vive da sola con sua figlia, sbrogliandosi fra mille difficoltà economiche e sentimentali. Quando il comune la incarica di fare i controlli su un terreno scelto per costruire una grande opera architettonica, Lucia si mette a lavoro e nota molto presto che sulle mappe del Comune qualcosa non va. Spaventata di perdere il lavoro, però, decide di non dire nulla. L'indomani, mentre ancora è alle prese con il lavoro, viene interrotta da una giovane che sembra essere una profuga. Lucia le offre cinque euro e si rimette a lavorare. Ma la sera, nella cucina di casa sua, Lucia rivede all’improvviso la ragazza davanti a lei. La "profuga" la fissa e le dice: "Vai dagli uomini e dì loro di costruire una chiesa là dove ti sono apparsa..." "Troppa grazia si è presentato da subito come un film di estremi che si toccano e si scontrano" afferma nelle note di regia Gianni Zanasi (che firma regia, soggetto, sceneggiatura, montaggio e che torna in sala tre anni dopo "La felicità è un sistema complesso" del 2015) che aggiunge "Non è un film sulla capacità di credere in Dio oppure no. Ma è sulla capacità di Credere Ancora, nonostante il nostro non essere più bambini". Il cast include stelle del cinema italiano tra le quali spiccano Alba Rohrwacher, Valerio Mastandrea, Elio Germano, Giuseppe Battiston e Carlotta Natoli.