Il Signor Diavolo

Genere: Drammatico

Regia: Pupi Avati
Con: Gabriele Lo Giudice, Filippo Franchini, Cesare S. Cremonini, Massimo Bonetti, Lino Capolicchio, Chiara Caselli, Gianni Cavina, Alessandro Haber, Andrea Roncato
Ad ottanta anni compiuti e dopo 50 anni di carriera, Pupi Avati torna sul grande schermo con un film drammatico dalle tinte gotiche e a tratti horror. È l'autunno del 1952, in Veneto è in corso l’istruttoria di un processo sull’omicidio di un adolescente, che, dalla fantasia popolare, è considerato un indemoniato. Sarà compito del giovane funzionario ministeriale Furio Momenté, interpretato da Gabriele Lo Giudice, evitare un coinvolgimento degli esponenti del clero nel procedimento penale in corso. La realtà, intricata e sinistra, si dispiega durante il lungo viaggio in treno verso Venezia, quando Momenté legge i verbali degli interrogatori. Tra questi c'è quello del quattordicenne Carlo, l'omicida interpretato da Filippo Franchini, che ha ucciso il coetaneo convinto di uccidere il diavolo. Miglior amico di Carlo è Paolino e la loro vita prosegue serenamente fino all'arrivo di Emilio, figlio deforme di una possidente terriera che avrebbe sbranato a morsi la sorellina. Dopo una lite tra Emilio e Paolino e soprattutto, dopo un particolare episodio che si svolgerà durante la cerimonia della Prima Comunione, si susseguiranno una serie di eventi sconvolgenti. Quello che domina il nuovo film di Pupi Avati è una profonda inquietudine, una sensazione sempre in bilico tra soprannaturale e superstizione.