Hotel Artemis

Genere: Azione

Regia: Drew Pearce
Con: Sterling K. Brown, Sofia Boutella, Dave Bautista, Jeff Goldblum, Jenny Slate, Brian Tyree Henry, Charlie Day, Zachary Quinto, Evan Jones, Kenneth Choi
È un mercoledì notte del 2028 e le strade del centro di Los Angeles sono tutte bloccate da tafferugli e manifestazioni. Le forze di polizia della città stanno respingendo violentemente i manifestanti che si sono tinti di blu per perorare la loro unica richiesta: acqua pulita. In tutto questo inferno, si aggirano quattro uomini, con i volti coperti da maschere a teschio, che hanno appena fallito un colpo in banca finendo in uno scontro a fuoco con la polizia. Feriti e senza altre opzioni, l’unica speranza di sopravvivere è raggiungere prima possibile uno stabile di 13 piani, in art decò, dalla logora facciata, un tempo un prestigioso Hotel ma adesso un luogo sicuro che nasconde, all’attico, un ospedale all’avanguardia. Questo Pronto Soccorso è molto esclusivo, riservato ai soli criminali; l’iscrizione si paga in anticipo e tutte le regole della casa devono essere seguite alla lettera. A gestire la struttura è una donna, conosciuta da tutti come L’Infermiera. Lei pensa sempre e solo ad una cosa… all’ Hotel Artemis, e stanotte è particolarmente impegnata. Il regista-sceneggiatore Drew Pearce ha immaginato le specifiche di questo mondo con dovizia di particolari, affondandone le radici nella sua passione per la città di Los Angeles. Negli anni ‘20, infatti, le suite all’ultimo piano dell’Hotel Artemis portavano il nome di famosi luoghi di villeggiatura. Un secolo più tardi a tutti gli ospiti viene dato un nome in codice come quello delle stanze, per mantenere l’impegno di Artemis all’anonimato durante l’assistenza d’emergenza. Quindi Sherman al momento del check-in diventa “Waikiki”, mentre suo fratello Lev viene soprannominato “Honolulu”. La femme fatale francese si chiama “Nizza”, il trafficante d’armi è “Acapulco”, e il Re Lupo, il cui vero nome è Orian Franklin, è “Niagara”. Per poter entrare i membri devono identificarsi con un chip impiantato nei loro polsi, non ci sono eccezioni, come imparerà a sue spese Buke, il rapinatore di banche ferito.